Prestiti in 24 ore per ditta individuale: come ottenerli in tempi rapidi, quando presentare la domanda

Indice dei contenuti

Un tipo di finanziamento che va approfondito è quello che riguarda i prestiti per ditte individuali. Prima di tutto, va detto del perché viene fatta una particolare distinzione rispetto a tutti i prestiti personali classici.

Semplicemente perché in tal caso, le garanzie che devono essere presentate sono diverse. Infatti, la ditta individuale è quell’impresa dove il titolare è il solo responsabile giuridico, che deve avere a sua volta dei dipendenti ma che può anche essere il solo ed unico lavoratore della ditta stessa.

Proprio a tal motivo il titolare di una ditta individuale deve essere in possesso della partita IVA, oltre che essere iscritto al Registro delle imprese.

Il primo aspetto che si deve considerare è che nel caso dei prestiti personali è importante presentare la busta paga, che in questo caso non occorre.
Di conseguenza, tutte le ditte individuali possono fare accesso ai prestiti personali classici attraverso quella che è la presentazione della dichiarazione dei redditi.

Per cui, tutti i prodotti che vengono studiati appositamente per tale categoria di clienti sono di sicuro i più convenienti. Ci sono diverse banche e finanziarie che offrono delle tipologie di finanziamento che consentono ai lavoratori autonomi ed in particolare ai titolari delle ditte individuali di avere l’importo desiderato. Quella che risulta essere una forma di finanziamento molto utilizzata è quella del prestito cambializzato.

Che cosa sono i prestiti cambializzati per ditte?

Il problema dei prestiti cambializzati è che spesso non sono particolarmente convenienti, dato che vi è il rischio per la compagnia o per il privato che fa l’erogazione che sia superiore rispetto al rischio che può essere legato ad un semplice prestito personale per dipendenti.

Proprio per questo motivo tra i prestiti per ditte individuali che si possono richiedere per il 2021 i migliori sono sicuramente i prestiti agevolati. Come funzionano? Si tratta di tutti i finanziamenti che sono convenienti, che sono erogati per merito dei vari progetti europei o che sono promossi dalle diverse Regioni.

I migliori prestiti agevolati sono quelli che vengono detti prestiti a fondo perduto. La caratteristica che fa essere questi finanziamenti molto convenienti è quella per cui una sola parte dell’importo che è erogato diventa a fondo perduto, quindi non dovrà essere restituita.

Di solito, tutti questi finanziamenti sono quelli che prevedono anche che la restante parte venga poi erogata a tasso zero o con dei tassi molto convenienti.

Prestito per Ditte Individuali anche per dipendenti

Se siete alla ricerca di quelle che sono le migliori offerte per il prestito per ditte individuali durante questo anno, vi consigliamo di visitare il sito internet dedicato di Invitalia.
Si tratta proprio di chi gestisce questo tipo di prodotti, dove troverete tutte le informazioni di cui potreste necessitare.
I requisiti che deve avere la ditta individuale e le spese ammissibili sono quelle da affrontare con i soldi che erogano.

Ci sono anche delle ottime offerte di prestito per ditte individuali anche visitando il sito internet della propria Regione, dove di volta in volta sono pubblicati tutti i bandi ai quali è possibile partecipare.
Per ogni tipo di bando è riportata la data di scadenza che va consultato  con il regolamento completo per trovare il prodotto che fa al proprio caso.

Riuscire ad ottenere un prestito per i titolari di ditte individuali è piuttosto semplice, dato che basterà effettuare la richiesta online e dare tutta la documentazione necessaria.
Nel caso in cui i requisiti del bando siano rispettati, allora è sicuro che sarà effettuato un colloquio in cui il richiedente deve dimostrare di avere le competenze giuste per meritare il finanziamento desiderato.

Si tratta di tante persone che fanno la richiesta di prestiti per ditte individuali a fondo perduto. Dato che sono dei finanziamenti molto importanti per ottenere le somme, quindi importanti sono le competenze nel proprio settore.
Inoltre, ci sono dei bandi che danno la precedenza ai giovani (under 35) al fine di promuovere appunto l’imprenditoria giovanile.

Altri tipi di prestiti per ditte

Un altra tipologia di forma di prestito che si deve considerare è quella dei prestiti per dipendenti di ditte individuali. In tal caso tutte le offerte di finanziamento alle quali è possibile accedere sono le medesime dei lavoratori dipendenti pubblici.

Si tratta in particolare della migliore soluzione che è sicuramente quella della cessione del quinto.
Tale tipologia di forma di prestito ha come caratteristiche principali quella di poter prevedere una rata mensile leggera. Tale rata non deve superare il quinto dello stipendio percepito.

Il pagamento della rata è di fatto dato dal datore di lavoro. Si tratta di colui che si deve occupare di trattenere la rata stessa dallo stipendio del proprio dipendente.

Il problema principale che è legato alla cessione del quinto per dipendenti di ditte individuali è quello dei rischi per la banca.
Se nel caso di aziende pubbliche i rischi risultano al minimo, nel caso di tutte le piccole imprese, soprattutto se sono costituite da poco tempo, è più elevato.

Proprio a tal motivo per i lavoratori dipendenti di ditte individuali diviene più complicato avere una buona offerta di prestito personale.
In qualsiasi caso è bene sottolineare che se si riesce ad ottenere la cessione del quinto. Qui il datore di lavoro deve essere obbligato ad occuparsi della trattenuta e di pagare le rate.

Inoltre, nel caso di licenziamento o di dimissioni da parte del dipendenti, il datore di lavoro deve versare la liquidazione.

Finanziamenti Ditte Individuali per protestati e cattivi pagatori

Infine, situazione diversa e complicata per poter richiedere dei finanziamenti per ditte individuali è quella in cui il richiedente è un protestato.
In questo caso
si trova segnalato nell’elenco dei cattivi pagatori. Questo accade nel momento in cui si riceve un prestito. Quindi, a causa di qualche problema non si è stati in grado di effettuare il rimborso o di essere puntuali nei pagamenti.

Proprio in questo caso si viene segnalati alla Centrale Rischi Finanziari (Crif). Qui tutte le banche e finanziarie consultano i dati del cliente prima di accettare ogni richiesta di prestito.

Ecco che ricevere il finanziamento per la propria ditta sarà alquanto difficile, a meno che non si presenti un garante.