Prestiti in 24 ore per chi ha busta paga e stipendio: le soluzioni più convenienti

Indice dei contenuti

l prestiti personali in 24 ore sono quelli che riguardano il finanziamento che permette di avere un capitale in un solo giorno. In questo modo si elude la tempistica di un minimo di 3 giorni per ricevere il prestito.
Tale prestito personale di 24 ore si configura come forma di finanziamento che consente di riuscire a risolvere le proprie difficoltà finanziarie in un solo giorno o di andare ad acquistare un bene e un servizio in tempi rapidi.

Quali sono e cosa sono questi prestiti?

Ad oggi, ci sono tanti istituti bancari che danno questa tipologia di finanziamento, questo perché, data anche la crisi economica del momento, si tende a cercare di acquisire clienti nel proporre tanti prodotti finanziari che riescono poi a soddisfare le più disparate esigenze.

Proprio per questo, ci sono tanti istituti di crediti che offrono i propri prodotti finanziari anche a tutti i soggetti con segnalazioni Crif che non hanno accesso ad altre tipologie di credito.
Inoltre, il capitale è solitamente erogato in una sola soluzione sul conto corrente bancario o postale da parte del soggetto richiedente in una sola soluzione con tempistica di 24 ore.

Il prestito personale 24 ore e tassi d’interesse

Anche se si ha una tempistica ridotta di un solo giorno, al fine di erogare il capitale, il prestito personale di 24 ore non presenta tasso d’interesse molto elevato rispetto alle altre tipologie di prestito veloce che potranno anche arrivare fino al 18% circa.
Il prestito 24 ore è quello che mantiene un tasso di interesse fisso, per cui qui le rate sono costanti e non diventano soggette a variazione, che poi si aggira intorno al 17% con piano di ammortamento che diventa personalizzato in base alle proprie esigenze e possibilità finanziarie.

Quindi, anche se all’inizio sembra quasi irreale, questo prestito personale di 24 ore viene erogato dalle 1.000 alle 60.000 euro in un solo giorno. Propongono un piano di ammortamento fino ai 120 mesi, ma hanno anche erogazione dell’intera somma con assegno al domicilio di residenza del richiedente, nel caso in cui non si possa mandare un bonifico presso un conto corrente postale o bancario.

Il prestito personale 24 ore: lavoratore precario

Il prestito personale 24 è quella soluzione di finanziamento che risulta particolarmente flessibile e che consente a tutte le tipologie di lavoratori o pensionati di poter accedere al credito al consumo. Questo senza dover attendere la tempistica degli istituti bancari che necessitano di poter controllare il contratto lavorativo e la stessa sostenibilità della rata e della retribuzione.

Il prestito 24 ore consente di avere il finanziamento a ogni soggetto lavoratore o pensionato che sia titolare di entrata fissa:

  • lavoratori con contratto a tempo indeterminato;
  • lavoratori con contratto a tempo determinato;
  • lavoratori senza busta paga ma con retribuzione;
  • pensionati;
  • soggetti segnalati CRIF.

Quindi, per poter ricapitolare, si propone di seguito una tabella che riassume in breve le caratteristiche principali del prestito personale 24 ore.
Si troveranno i requisiti di accesso, la somma massima finanziabile, che di solito non deve superare quelli che sono i 60.000 euro, ad eccezione di un altro Istituto di credito che eroga anche delle somme maggiori.
Inoltre, le modalità di erogazione del capitale, possono avvenire nel conto corrente postale o bancario o con assegno presso il domicilio del soggetto richiedente. Ecco di seguito:

PRESTITO PERSONALE 24 ORE CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO TASSO DI INTERESSE
Erogazione capitale in 24 ore
  • Accesso al credito anche per i segnalati CRIF;
  • Capitale erogabile fino a 60.000 euro;
  • Istituti bancari fino ai 300.000 euro;
  • Erogazione sul conto bancario;
  • Erogazione con assegno al domicilio.
  • TASSO FISSO;
  • FINO AL 19%.

Prestito personale 24 ore: a chi rivolgersi

Il prestito personale 24 ore è quello che viene sempre offerto da altri numerosi Istituti bancari che hanno delle condizioni differenti, questo vale sia nella modalità di erogazione del capitale sia nello stesso piano di ammortamento.

Inoltre, ogni Istituto di credito ha le sue politiche di rischio con requisiti minimi di accesso al credito, essi devono essere posseduti dallo stesso richiedente al momento della stipula del contratto di finanziamento.

Di solito, come si è potuto evincere da quanto detto poc’anzi, questa è una tipologia di prestito personale che diventa piuttosto flessibile e consente a tutte le tipologie di lavoratori anche che hanno contratti atipici o pensionati di richiedere il finanziamento senza alcun problema.

Dopo aver visto la tabella dettagliata, soprattutto per quanto riguarda la migliore soluzione di prestito personale in 24 ore, con tutte le informazioni annesse per il capitale massimo erogabile, possiamo trarre le nostre valutazioni.

Oltre a questo, quelli che sono i requisiti di accesso al credito, così come il piano di ammortamento con altre eventuali rate, se vengono indicate, e anche il tasso di interesse applicato, devono sempre essere tenute in considerazione tenendo presente che la tempistica di erogazione del capitale è e deve essere SEMPRE di 24 ore.

Dopo aver valutato tutto questo, allora, sta a voi capire quale sia il prestito che possa fare al caso vostro e alla vostra situazione.