Prestiti bancari in 24 ore: come funzionano e come fare per richiederli?

Indice dei contenuti

Con il termine prestito bancario si intende un prestito, che ha la caratteristica di presentare una determinata cifra in denaro data dalle banche. Ma si devono possedere dei requisiti specifici al fine di richiedere ed ottenere un finanziamento.

Requisiti per fare richiesta di un finanziamento

Vediamo di seguito quali sono i requisiti senza la quale non è possibile richiedere un prestito bancario:

  • compimento del diciottesimo anno di età;
  • essere in possesso di un reddito che possa garantire il rimborso delle rate del prestito.

Va anticipato che, comunque, la banca potrebbe anche decidere di non accogliere il prestito, anche se si è in presenza di questi requisiti, per diversi motivi:

  • la somma che è stata richiesta potrebbe essere troppo elevata in rapporto al reddito percepito;
  • si è impegnati in altri finanziamenti, la banca non è pronta a darne un altro.

Ogni volta che si vuole fare richiesta di un prestito, ci dobbiamo domandare se possediamo tutti questi requisiti, ma soprattutto se siamo in grado di restituire in quelli che sono i tempi adeguati la somma richiesta.

Differenza tra Prestito e Finanziamento Bancario

Il prestito bancario e il finanziamento rappresentano due diverse tipologie di credito al consumo, ciò vuol dire che sono due modi diversi per avere della liquidità extra. La vera differenza sostanziale tra queste due modalità è:

  • il prestito personale non viene finalizzato all’acquisto di un bene o di un servizio, ma ha il solo scopo di appropriarsi del denaro liquido. Questo denaro è spendibile come si vuole, quindi chi lo richiede ha la possibilità di usarlo per soddisfare ogni sua esigenza;
  • i finanziamenti hanno il solo scopo di acquistare un bene determinato e prevedono anche il pagamento diretto al venditore.

Quindi il finanziamento finalizzato prevede diverse tipologie:

  • prestito auto;
  • prestito per ristrutturazioni;
  • un consolidamento debiti.

Se ad esempio volete comprare una macchina nuova, dovrete far presente il modo in cui si vuole andare a pagare, quindi se in contanti o a rate.
Se dovessimo optare per le rate, questo atto della vendita sarà correlato all’apertura di un finanziamento che si deve concludere solo tramite il rimborso totale della cifra in questione.

Ma cosa è un prestito bancario?

Il prestito bancario è quel tipo di finanziamento di una certa somma in denaro che viene dato da parte delle banche o degli istituti di credito che sono autorizzati.
In particolare ci sono due diverse tipologie di prestito bancario.
La prima è il prestito personale, che ha le sue regole, una genericità legata alla persona.

Ciò vuol dire che tale tipo di prestito non deve essere utilizzato per un prodotto o per uno scopo preciso. Serve semplicemente per esigenza di denaro, chi lo richiede è libero di utilizzare i soldi come preferisce.
Anche se ci sono delle banche che vogliono un preventivo della spesa che si pensa di fare, per potersi organizzare per loro con delle maggiori garanzie.

La seconda tipologia di prestito è quella detta finalizzata, si parla di un finanziamento che deve essere erogato da un istituto di credito, di solito si tratta di una finanziaria, che è convenzionato con esercizi commerciali.

Il finanziamento in questione si chiama finalizzato, come visto prima, in quanto è orientato all’acquisto tramite uno dei negozi collegati alla finanziaria, per l’acquisto di un determinato prodotto.
Per cui, qui la cifra in denaro non viene elargita al richiedente, ma è concessa al negozio.

Quali sono i requisiti per fare richiesta di un prestito in banca?

Vediamo quali sono i requisiti minimi per poter chiedere un prestito presso una banca:

  • avere un’età che è compresa tra i 18 e 70 anni. Anche se ci sono alcune banche e delle finanziarie che concedono prestiti anche a persone di età superiore, ma dipende da considerazioni ad hoc;
  • avere un reddito di un certo tipo, che sia dimostrabile. Motivo per cui, al momento di fare la domanda, il richiedente deve presentare in banca la documentazione fiscale per attestare la propria situazione economica;
  • possedere la cittadinanza italiana;
  • essere titolare di un conto corrente bancario presso lo stesso istituto di credito dove si va a chiedere il prestito.

Prestiti personali online: cosa sono e per chi?

I prestiti personali online, sempre al pari dei bancari, sono rivolti a tutti, in base però al prodotto finanziario che viene scelto e all’istituto di credito, ci sono delle differenze.
Infatti, potrebbero essere rivolti oltre che ai lavoratori dipendenti, i quali possono dare certezza del reddito tramite una busta paga, anche a chi lavora in proprio e chi è disoccupato.

Ci sono, infatti, dei prestiti realizzati per riuscire a soddisfare le esigenze di disoccupati, ma anche di studenti che non hanno un lavoro. In base alla tipologia del richiedente, le garanzie che occorrono possono variare e quindi ci si deve informare bene.

Potrebbe occorrere necessaria la firma di un garante o l’ipoteca su di un immobile di proprietà, per quanto concerne chi richiedete il finanziamento.

Tempi richiesti: prestito online

I tempi richiesti al fine di poter ottenere un prestito personale online sono  più ridotti, rispetto a quelli che vengono previsti se si fa richiesta di un prestito in banca.

Inoltre, si ha anche un altro vantaggio e che lo si trova nel risparmiare molto tempo, da una parte perché non diviene più necessario fissare un appuntamento con un consulente e dall’altra perché c’è la comodità di poterli richiedere in qulasisi orario.

Ci sono anche delle banche che accreditano la somma nell’arco di una stessa giornata. Quindi, per riuscire ad avere accesso a questa rapidità, a volte occorre rispettare alcuni requisiti, come appunto ricevere lo stipendio su quel conto corrente.

In conclusione: tassi d’interesse

Infine, si deve ricordare che tutti i prestiti personali consentono di usufruire di altri vantaggi. Ad esempio, per quanto riguarda i tassi di interesse, questi sono sempre più vantaggiosi per un prestito che viene richiesto online rispetto a quello richiesti in banca.

Online si ha un TAN che sta all’incirca attorno al 6% e un TAEG poco superiore, intorno al 7%. Si consiglia sempre di andare a consultare l’area rivolta ai finanziamenti sul sito web di quella che è la propria banca.

Per cui, una volta trovate tutte le informazioni potrete fare domanda alla propria banca e scovare la migliore offerta per voi. Se avete dei dubbi, potete consultare tutte le nostre guide in modo da orientarvi e capire cosa posso fare al caso vostro.