I migliori prestiti in 24 ore del 2022: guida completa, dettagli, caratteristiche

Indice dei contenuti

I prestiti veloci riguardano quel ramo dei finanziamenti che vengono rivolti a chi ha necessità di ottenere eventuali piccole somme di denaro in pochissimo tempo. Quella che è la loro particolare caratteristica sta proprio nella stessa parola “veloci”. Dato che vengono erogati anche in 48 ore dal momento in cui si fa richiesta e viene concesso il finanziamento.

Così come per quando si fa un classico prestito, quindi per i prestiti che hanno importo superiore, i documenti che si devono presentare sono i medesimi. A parte quelli identificativi, si deve presentare sempre la busta paga, la dichiarazione dei redditi per chi riguarda i lavoratori autonomi ed eventuale CUD per i lavoratori dipendenti.

I pensionati, invece, sono coloro che dovranno solo allegare alla domanda il cedolino della pensione, chiaramente assieme ai documenti di base. L’alternativa viene anche data da alcuni piccoli prestiti Inps (ex Inpdap) che hanno dei tassi agevolati.

Nel dettaglio: parliamo meglio dei prestiti veloci

I prestiti veloci, che si possono dire anche quelli in giornata, sono tutti quelli che fanno parte di una categoria dei prestiti personali, che assicurano maggiore velocità di erogazioni con la quale poi viene accreditata la somma sul conto proprio conto corrente. 

Di solito, si avranno almeno due giorni da attendere dopo che c’è la concessione del prestito, anche se a volte occorrono soltanto 24 ore.

Si parla di un finanziamento che viene ideato per tutti quelli che hanno necessità, come anticipato, di ricevere in breve tempo il denaro, così da riuscire a far fronte alle varie spese urgenti o improvvise.
L’importo che è concesso cambia in base all’istituto che eroga il credito, ma si parla sempre di cifre che partono da 1.000 euro fino ad un massimo di 30.000 euro. 

L’importo massimo erogabile e tutte le varie garanzie utili per riuscire ad ottenere il finanziamento variano in base a quelle che sono le regole del proprio istituto di credito.
Ci sono diverse banche che sono propensi ad accettare alcune alternative al reddito mensile.

A cambiare sono solamente i tassi di interesse applicati, come ad esempio il TAN e TAEG. 
I piccoli prestiti veloci di solito non sono finalizzati, quindi si potrà avere subito un importo che si va a spendere in qualsiasi modo, senza che si debba per forza di cose giustificare la spesa.

Prestiti veloci e immediati: sì, ma online

Anche per quel che riguarda tutti i piccoli importi veloci, la richiesta potrà essere fatta online, attraverso quella che è la compilazione di un modulo e senza che si debba andare in banca.

Più in generale, si può fare online, attraverso la compilazione di un semplice modulo e senza che si debba andare in banca.
In generale, potremo andare a fare richiesta dei prestiti online immediati, anche se per non destare false speranze, c’è bisogno di spiegare il reale significato di un prestito immediato.
In poche parole, nel momento in cui si parla di prestito online, si vanno ad intendere le volte in cui l’utente ha subito l’esito della sua  richiesta entro massimo due giorni lavorativi.

Anche se deve essere sempre seguito da un servizio di consulenza professionale, a volte, però, le tempistiche per l’erogazione del finanziamento possono essere molto diverse in base alla banca o all’istituto scelto.

Prestiti veloci a dipendenti e pensionati

Cominciamo col parlare delle migliori offerte che ci sono sul mercato.
La prima di cui vi parliamo riguarda proprio i piccoli prestiti. Risultano sicuramente vantaggiosi perché possono essere richiesti in modo più semplice grazie alle varie procedure che sono presenti in rete.

È opportuno che debbano anche presentare delle garanzie alle banche ed a tutte le finanziarie che hanno necessità di essere sicure che il destinatario del prestito possa successivamente rimborsare il capitale ottenuto.
Le condizioni non sono restrittive.
Anzi, nel momento in cui la richiesta viene accettata, il denaro va subito accreditato sul conto corrente del cliente in soli due giorni dal nulla osta del finanziamento.

Prestiti veloci: ecco quelli per studenti

I prestiti veloci sono sempre una forma di finanziamento preferita dagli studenti. Più in generale sono riservati a quelli che hanno diversi ostacoli per poter fare accesso al credito dato che non hanno garanzie necessarie.

Per fare la richiesta di liquidità gli studendi che possono farlo sono sia studenti a tempo pieno o anche tutti quelli che al contempo studiano e lavorano, ma non quel reddito fisso che basta a consentirgli di far richiesta per i tradizionali prestiti personali.

I prestiti veloci, invece, per studenti sono tutti quelli che possono rientrare in quella che è la categoria dei prestiti finalizzati.
Qui è la somma che si ottiene in prestito che, invece, deve essere usata solamente nell’ambito dello studio.
Eventuali altri piccoli prestiti veloci che sono pensati per gli studenti potranno essere richiesti online e il denaro, nel momento in cui viene accettata la richiesta, sarà accreditato sul conto in 48 ore.

Prestiti veloci: anche per cattivi pagatori

Quando e se capita di essere stati segnalati come dei cattivi pagatori, non diviene semplice accedere ai prestiti.
Infatti, basta pensare al fatto che chi si è ritrovato a pagare in ritardo la rata mensile di un finanziamento, ha subìto il conseguente blocco per poter fare l’accesso ad altri.

Una delle soluzioni che di solito viene scelta per riuscire a far fronte a spese urgenti e improvvise è quella di andare a fare richiesta di eventuali piccoli prestiti veloci per cattivi pagatori. Ma, i cattivi pagatori per riuscire ad accedere al credito dovranno dare molte più garanzie, come un reddito fisso mensile o anche una pensione. 

Prestiti veloci: ecco anche quelli Inps

L’altra tipologia di piccoli prestiti è quella data dall’Inps, che consente di accedere al credito ai dipendenti e a pensionati. Con dei piccoli prestiti Inps il soggetto riesce ad ottenere una somma di importo piccolo, come ad esempio il Piccolo prestito Gestione Dipendenti Pubblici, che viene pensato per tutti i dipendenti ed i pensionati pubblici iscritti al Fondo Credito.
Si passa poi al Piccolo prestito Gestione Fondi Poste Italiane: finanziamenti che vengono dati con  la cessione del quinto dello stipendio, solo per i dipendenti del Gruppo Poste Italiane.
Infine, si ha il Piccolo prestito Gestione Magistrale: sono finanziamenti concessi agli insegnanti e ai direttori scolastici.